Torino Pride 2012: sabato 16 giugno tutti pronti per la parata

“Non vogliamo mica la luna… è l’Europa che ce lo chiede”, è il titolo, ironico, della parata 2012 del Torino Pride che si terrà sabato 16 giugno alle ore 16: si parte da piazza Albarello per finire nella suggestiva piazza Vittorio. Fitto il calendario di iniziative “Verso il Torino Pride” organizzate dalle 17 associazioni che compongono il Torino Pride e che lo rendono la realtà di coordinamento più longeva d’Italia, ispiratrice, da tempo, di esperienze analoghe nel resto del paese.

Non vogliamo mica la luna! Sabato 16 giugno, il Torino Pride

Torino-Pride-Parata-2012

Ad annunciarlo è il Coordinamento Torino Pride LGBT, organizzatore del grande evento popolare che lancia un appello alla partecipazione al sindaco della città, Piero Fassino e a tutte le istituzioni del territorio: “Siamo gente comune, parte sana di questa società, che non vede l’ora di poter dare il proprio contribuito alla ricostruzione economica e sociale di questo paese!”, scrivono nel comunicare la data.

Il richiamo è alle “numerose sentenze in favore dei diritti delle persone LGBTQ (Cassazione, Corte Costituzionale, Parlamento Europeo e varie Carte dei Diritti) e che fa il verso al leitmotiv europeista messo in campo dal governo tecnico di Mario Monti e chiede semplicemente che i nostri temi non siano più derubricati dall’agenda delle urgenze, come l’Europa stessa da moltissimi anni ingiunge, pressoché inascoltata, ai tanti governi che si sono succeduti”, aggiungono.

E il 2012 si sta rivelando una ricchissima stagione per quanto riguarda le manifestazioni sparse in tutta Italia, a partire dal 26 maggio da poco trascorso a Salerno, al 9 giugno di Bologna, poi Torino e si finirà il 23 a Palermo, ma molte altre città si stanno organizzando per celebrare l’orgoglio omosessuale, gay, lesbico, bisessuale e transgender.

Ricordiamo che l’iniziativa si inaugurerà domani, venerdì 15 giugno, alle ore 17.30, presso la sala Colonne di Palazzo Civico che ospiterà “Per un mondo senza omofobia”. Al centro dell’incontro ci sarà la testimonianza del cileno Ivan Zamudio, padre di Daniel, ragazzo torturato e assassinato il 27 marzo scorso a Santiago del Cile per la sua “diversità”.

 
About Francesca

Autrice di Postificio! Seguimi sui Social G.Plus Profile

Lascia un Commento

*